La Storia dell'Osteria Sociale La Tela

"...Incentrare la strategia di contrasto della criminalità mafiosa esclusivamente sul terreno tecnico investigativo, e non anche su quello politico culturale, è alla lunga inesorabilmente perdente..."
Gian Carlo Caselli, su Corriere della sera, 1994 

"...Devo fare in fretta, perché adesso tocca a me..."
Paolo Borsellino

LA STORIA

LA TELA, Osteria Sociale del Buon Essere, è un bene confiscato alla 'ndrangheta e assegnato al Comune di Rescaldina.
Prima si chiamava RE9, era un ristorante pizzeria di proprietà di una famiglia legata alla 'ndrangheta.
Nel 2010 i proprietari vengono arrestati e il locale sequestrato e successivamente assegnato al Comune di Rescaldina. (Qui  si può leggere un articolo di Giulio Cavalli per il Fatto Quotidiano, dove si racconta la storia del locale)
Nel 2015 il Comune di Rescaldina, con l’obiettivo di dimostrare che si può fare ristorazione nel pieno rispetto della legalità e di far diventare il locale un centro di aggregazione e di promozione sociale, culturale e civile, con un bando comunale assegna la gestione a ARCADIA Cooperativa Sociale in collaborazione con Cooperativa DireFareGiocare, IAL Legnano, ENAIP Busto Arsizio, Associazione La libreria che non c’è, Rete GAS Gasabile, Slow Food Legnano, Team Down.
Dal 5 dicembre 2015 LA TELA ha iniziato la sua attività.
In seguito ad alcune difficoltà economiche, nel luglio 2018 l’attività de LA TELA si ferma per riprendere il 28 novembre 2019 con lo stesso progetto, revisionato nell’aspetto finanziario in base all’esperienza precedente ma riconfermato per l’impegno di legalità, promozione sociale e culturale e con la gestione della nuova Cooperativa Sociale LA TELA, costituita da alcuni volontari e dai lavoratori dell’Osteria.
Al progetto collaborano le associazioni Slow Food Legnano, Team Down, Articolonove, Mescalina, Fondazione Somaschi e Stuff Cube

LA TELA: impresa e legalità

Feature Box

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Integer adipiscing erat eget risus sollicitudin pellentesque et non erat. Maecenas nibh dolor, malesuada et bibendum a, sagittis accumsan ipsum.